Attività e documenti


        

La precarizzazione dei diritti

24 gen 2003

di Pietro Curzio - congresso nazionale

Molti anni fa, ascoltando come testimone in una causa di mansioni un ingegnere delle Ferrovie dello Stato, gli chiesi come mai l’ente operasse nel modo così caotico e confuso che mi stava descrivendo. Mi rispose – sorridendo - che si meravigliava della mia sorpresa, e, citando un matematico di cui purtroppo non appuntai il nome, mi disse: «signor giudice, il caos non è una disfunzione è una funzione».


L’assedio alla indipendenza dei giudici

24 gen 2003

di Gian Carlo Caselli - congresso nazionale
  1. Il prof. Guarnieri ci ha appena detto che considera incomprensibile ogni opposizione in inea di principio alla “separazione delle carriere”, se non altro per la progressiva erosione che ne deriverebbe alla credibilità della magistratura. Ragguardevoli esponenti della Avvocatura (fra questi l’avv.to Randazzo, intervenuto poco fa) argomentano con forza in favore di tale separazione. Ci sono dunque opinioni autorevoli da tenere in conto, senza insofferenze o semplificazioni o rifiuti pregiudiziali.


Una politica giudiziaria per l’Italia

24 gen 2003

di Anna Finocchiaro - congresso nazionale

Concordo con l’affermazione contenuta nella relazione di Claudio Castelli secondo cui “l’arroccarsi su posizioni di difesa comunque e dovunque è un limite grave che conduce inevitabilmente a contro riforme devastanti per gli assetti istituzionali”. E' il cuore di una riflessione che, identicamente, ci ha accompagnati in questo anno e mezzo di lavoro politico e parlamentare, in un quadro però così complesso ed irto di questioni che vale la pena di dipanare.


Basta a chi opprime l'uomo e ogni altro essere del Creatore

24 gen 2003

di Luigi Ciotti - congresso nazionale

1. E' con una certa emozione che sono qui in questa sala dei congressi, perch proprio qui il 25 marzo del 1995 (la sala era stata appena inaugurata) è nata Libera”, associazione che oggi vede 1054 realtà piccole e grandi impegnate in Italia come società civile organizzata, come cittadini organizzati, come associazioni per la legalità contro la corruzione, le mafie, con l’impegno non solo di denuncia, ma soprattutto di proposta, di progetto. E Magistratura democratica fin dall’inizio ha fatto parte di questa scelta e di questo percorso.


La questione stupefacenti e l’impegno di Md

24 gen 2003

di Carlo Sorgi - congresso nazionale

1. Il quadro di riferimento


La forza dei Diritti

23 gen 2003

di Claudio Castelli - congresso nazionale

Una relazione congressuale deve essere un punto di partenza e non di arrivo, rappresentando sia il punto di approdo dell'elaborazione e della riflessione collettiva, sia uno stimolo di discussione per un congresso che vorrebbe ambiziosamente essere un laboratorio di idee ed un momento di incontro tra esperienze, professionalità e sensibilità diverse.


Comuni preoccupazioni

23 gen 2003

di Piero Fassino - congresso nazionale
  1. Ringrazio per la cortesia di avermi fatto intervenire oggi e mi scuso, domani sono fuori Roma per degli impegni in un’altra regione, ma non volevo mancare di portare il saluto al congresso.Un saluto non formale visti i tempi cupi e difficili che la giustizia italiana vive.
    Ho ascoltato la relazione di Claudio Castelli, che ho apprezzato e nelle sue linee fondamentali condivido. Credo che è comune la preoccupazione per un centrodestra che ha perseguito e persegue una linea di aperto conflitto con la magistratura.


Giudici, diritti fondamentali, democrazia

23 gen 2003

di Stefano Rodotˆ - congresso nazionale
  1. Vorrei provare a rispondere a tre domande. Perch si manifesta oggi, non solo in Italia, un’attenzione così intensa e anche conflittuale per il tema dei diritti? Come si atteggia in questa fase storica, e non solo in Italia, la garanzia affidata alla magistratura? Ed infine, che cosa significa l’attribuzione di una funzione di garanzia ad altri soggetti, diversi dalla magistratura, ma anch’essi caratterizzati dall’attributo dell’indipendenza come le Autorità che si fregiano di questo nome?


Il «potere diviso» e l’interpretazione della legge

23 gen 2003

di Giuliano Amato - congresso nazionale
  1. Ciò che mi sgomenta di quanto sta accadendo in Italia in questo momento, per responsabilità di tutti e non soltanto del centrodestra, è che consentiamo alla cronaca di cambiare l’andamento della storia senza averne la consapevolezza.


Autonomia, indipendenza, efficienza

23 gen 2003

di Virginio Rognoni - congresso nazionale

Sono molto lieto di portare il saluto del Csm e mio personale a questo congresso e ad una associazione come Magistratura democratica che viene da lontano e che ha sempre mostrato grande sensibilità ai problemi, correndo anche dei rischi. Ma la libertà impone di correre dei rischi; e dobbiamo correrli questi rischi.

Ho apprezzato molto la relazione di Claudio Castelli per una serie di spunti su cui è caduta la riflessione del Consiglio superiore della magistratura e su cui è intendimento di continuare a riflettere.


Condividi contenuti
© 2020 MAGISTRATURA DEMOCRATICA ALL RIGHTS RESERVED - Web Project and Design Agrelli&Basta Pubblicità Grafica Web New Media