Attività e documenti


        

Autonomia, indipendenza, efficienza

23 gen 2003

di Virginio Rognoni - congresso nazionale

Sono molto lieto di portare il saluto del Csm e mio personale a questo congresso e ad una associazione come Magistratura democratica che viene da lontano e che ha sempre mostrato grande sensibilità ai problemi, correndo anche dei rischi. Ma la libertà impone di correre dei rischi; e dobbiamo correrli questi rischi.

Ho apprezzato molto la relazione di Claudio Castelli per una serie di spunti su cui è caduta la riflessione del Consiglio superiore della magistratura e su cui è intendimento di continuare a riflettere.


Il primato <i>regolativo</i> della politica e la sovranità della legge

23 gen 2003

di Domenico Fisichella - congresso nazionale
  1. Il titolo del congresso, “La forza dei diritti”, mi ha posto subito un problema: la forza dei diritti o la forza del diritto?
    Forse la seconda espressione è pi forte della prima, perch la polverizzazione, l’atomizzazione dei diritti, in assenza di una chiara visione del diritto (e forse anche di qualche indicazione di doveri), diventa una faccenda di difficile gestione.


Comunicato sulle dichiarazioni del Ministro al Csm

19 dic 2002

del segretario nazionale Claudio Castelli

Non può essere in alcun modo sottovalutata la gravità delle dichiarazioni rese dal Ministro della Giustizia ieri al plenum del Csm. Abbiamo appreso che secondo il Ministro il problema prioritario è quello di risolvere “il rapporto conflittuale tra magistratura e politica” ed “è inutile iniettare nuove risorse in un sistema che le spreca perch è inefficiente”.


Sicurezza è solidarietà

15 dic 2002

del presidente Livio Pepino
  1. La questione sicurezza ha assunto da alcuni anni un’inedita centralità nel dibattito politico e mediatico: si tratta di un fenomeno che investe non solo il nostro Paese, ma tutto il mondo occidentale e proprio questa dimensione globale deve far riflettere sulla sua straordinaria complessità, una complessità negata dall’approccio per slogans che, ad esempio, caratterizza, con significative assonanze, i manifesti elettorali presentati sul tema dai candidati dei principali schieramenti alle elezioni politiche.


Lettera aperta alle associazioni forensi e ai sindacati del pubblico impiego

13 dic 2002

del segretario nazionale Claudio Castelli

La giustizia è abbandonata e mortificata dalla mancanza di strutture e di progetti.
Mentre vengono sbandierate proposte palingenetiche di riforma, o meglio di controriforma, che toccano tutti i settori della giustizia ( ordinamento giudiziario, processo penale, processo civile, tribunale dei minori) la gestione del quotidiano della giustizia è sempre pi ansimante a fronte del taglio delle risorse e dell’abbandono di qualsiasi idea concreta di rinnovamento.
Sono i fatti a parlare.


Il rifiuto del Ministro alla nomina del Procuratore

10 dic 2002

del segretario nazionale Claudio Castelli

In data 4 dicembre 2002 il Consiglio Superiore della Magistratura ha deliberato (con sole tre astensioni) di proporre conflitto di attribuzioni avanti alla Corte Costituzionale contro il rifiuto da parte del Ministro della Giustizia di controfirmare la nomina del dott. Adriano Galizzi a Procuratore della Repubblica di Bergamo, già perfezionata e deliberata dal Csm il 10 luglio 2002.


Riforma della giustizia o controllo della magistratura?

26 nov 2002

del segretario nazionale Claudio Castelli

Il dibattito in corso sulla “riforma della giustizia” continua ad essere caratterizzato da ambiguità e luoghi comuni. Al centro continuano ad essere posti punti, quali la separazione delle carriere e la progressione in carriera dei magistrati, che nulla hanno a che fare con una giustizia pi efficiente e con processi pi rapidi, ma che, per come sono posti, sono diretti a dividere la magistratura e ad assicurare un controllo su di essa.


Saltano gli aumenti economici: un incidente di percorso?

25 nov 2002

di Md
  1. Il disegno di legge sull’abbreviazione del periodo di permanenza nelle varie qualifiche in magistratura.

    La razionalizzazione ed il riequilibrio del trattamento economico con quello dei magistrati amministrativi e contabili si è imposto dopo gli incrementi di stipendio e le altre prebende riconosciuti ai magistrati amministrativi e contabili, conclusosi con l’art.50 della legge finanziaria.


Dobbiamo migliorare la giustizia, parola di Md

24 nov 2002

di Giuseppe D’Avanzo

ROMA - Claudio Castelli è il segretario
di Magistratura democratica. L’altro giorno nel forum telematico della
corrente (emmediyahoogroups.com) ha scritto una lettera aperta agli associati.
Vi si legge: "I fatti giudiziari di Cosenza e Perugia rischiano di condizionare
profondamente il futuro della giustizia italiana... Non credo che i problemi
possano essere risolti solo con la difesa a oltranza della magistratura
e del suo operato. Le accuse mosse ai giudici di Perugia (tra l’altro


Comunicato sull&#8217;approvazione della legge Cirami

05 nov 2002

del segretario nazionale Claudio Castelli

Indignazione e amarezza. Un’altra legge creata a misura di un singolo processo e dichiarata come tale. La genericità della formulazione del legittimo sospetto, la sospensione obbligatoria del processo in caso di istanza di remissione, la sostanziale negazione della conservazione degli atti processuali già compiuti non porteranno alcun beneficio ai cittadini, anche quando imputati, ma solo a pochi processati eccellenti. Il sistema processuale viene ulteriormente appesantito con ricadute sulla ragionevole durata dei processi. La legge è da oggi pi diseguale per tutti.


Condividi contenuti
© 2020 MAGISTRATURA DEMOCRATICA ALL RIGHTS RESERVED - Web Project and Design Agrelli&Basta Pubblicità Grafica Web New Media