L'Anm sulla proroga del Pna


Zoom | Stampa

dell'Anm

In relazione al testo originario del decreto legge di proroga del Procuratore nazionale antimafia, l'Associazione Nazionale Magistrati ha già espresso netto dissenso, affermando con decisione l'esigenza che la durata di un incarico direttivo predeterminata per legge non subisca deroghe.

Desta ulteriore vivissimo sconcerto l'emendamento approvato oggi alla Camera in commissione, con il quale non solo la proroga è ulteriormente estesa, ma si interviene anche sulla procedura di nomina, che la Costituzione, come per tutti gli incarichi direttivi, attribuisce in via esclusiva al Csm e che deve essere attuata secondo termini e criteri predeterminati. Un ufficio importante come quello del Procuratore Nazionale antimafia, che necessita di serenità e credibilità assoluta, dovrebbe essere tenuto al riparo da interventi legislativi di segno contingente.

28 01 2005
© 2022 MAGISTRATURA DEMOCRATICA ALL RIGHTS RESERVED WEB PROJECT AND DESIGN AGRELLIEBASTA SRL