Sul "provvedimento tagliastipendi"


Zoom | Stampa

di Rita Sanlorenzo

L'ultimo report sullo stato dei contatti con l'esecutivo da parte della Giunta Centrale, ferma nel ribadire in questi giorni in tutte le occasioni la propria opposizione alla proposta governativa che prevede l'allungamento degli scatti di anzianità dei magistrati, dimostra quanto stia a cuore all'Associazione Nazionale Magistrati la questione del nostro trattamento economico. La previsione dell'art. 69 è un vero e proprio assalto frontale, che cambia completamente la prospettiva economica della carriera in magistratura colpendo tutti coloro che ne fanno parte, ed in misura ancora più significativa i più giovani, già oggi ingiustificatamente penalizzati rispetto alla gravosità dell'impegno lavorativo ed alla frequente necessità di dover vivere lontano dalla propria residenza.
Sabato prossimo, al CDC, sapremo forse se le richieste della GEC avranno avuto una qualche forma di risposta. Se il meccanismo non verrà rimosso, e se non si tornerà a svolgere una regolare trattativa a quel "tavolo tecnico" che solo poche settimane fa, con l'insediamento del nuovo Ministro, è stato costituito, sarà giusto e doveroso indire lo stato di agitazione, e prevedere le forme di protesta più dure e nette.

Le misure governative non si limitano alla penalizzazione del trattamento stipendiale dei magistrati. Il provvedimento varato comporta tagli di spesa per tutta l'amministrazione della giustizia, blocca di fatto la riqualificazione professionale del personale ed ne consente le nuove assunzioni solo nell'ordine di un limitatissimo turn over.
Allora, vien da pensare, la strategia è complessiva: la giustizia è solo una voce di spesa da tagliare, e non un servizio da rendere al cittadino, su cui impegnare risorse e riforme per migliorarne l'efficienza. Il taglio alle retribuzioni dei magistrati rientra pienamente in questo disegno, in cui una magistratura umiliata economicamente è funzionale allo svilimento della funzione che le è affidata. Anche per questo ci opporremo con tutta la fermezza dovuta alle misure che vengono avanzate.

Rita Sanlorenzo

01 07 2008
© 2020 MAGISTRATURA DEMOCRATICA ALL RIGHTS RESERVED WEB PROJECT AND DESIGN AGRELLIEBASTA SRL