Comunicato Magistratura Democratica 16 marzo 2011- mediazione e sciopero avvocati


Zoom | Stampa


Comprendiamobuona parte delle ragioni alla base dello sciopero degli avvocati del 16 marzocon riferimento al decreto legislativo n.287 del 2010. Mediazione econciliazione sono una grande opportunità per la giustizia civile, ma la nuovalegge tradisce le aspettative. Vengono aggravati i costi della giustizia per icittadini, non sostenibili per non abbienti. Viene creata una obbligatorietàestesa che non consente sperimentazioni e monitoraggi. Viene snaturato il sensodella conciliazione e della mediazione, prevedendo la condanna alle spese incaso di accordo non raggiunto tra le parti e poi accolto dal giudice. Vienesvilito il ruolo degli avvocati, non prevedendo la difesa tecnica. Paionotroppo generici i presidi a garanzia della imparzialità, professionalità edella indipendenza del mediatore. Un prezioso strumento di composizione sociale e di deflazione deiprocessi rischia di non funzionare e di diventare il luogo della rinuncia deldiritto con forti penalizzazioni per i soggetti deboli.

PiergiorgioMorosini (Segretario Generale Magistratura democratica) 

 

30 03 2011
© 2017 MAGISTRATURA DEMOCRATICA ALL RIGHTS RESERVED WEB PROJECT AND DESIGN AGRELLIEBASTA SRL